Prenota
la tua stanza

Cucina

Ricette Chef: Petto di anatra ruspante con carciofi e salsa all'arancia

01 Marzo 2019

Una ricetta sfiziosa con fantastici prodotti, in grado di soddisfare anche i palati più raffinati.

Una leggenda greca narra che Zeus un giorno si innamorò della ninfa Cynara. Essa viveva insieme alle altre ninfe, immersa nella natura, libera tra fiumi e montagne bellissime. Cynara era la più bella di tutte, con la sua pelle rosata e luminosa e gli occhi verdi screziati di viola. Doveva il suo nome al colore dei suoi lunghi capelli, simile a quello della cenere. Pur avendo un animo buono era una fanciulla orgogliosa e volubile e quando Zeus cominciò a farle la corte, lei lo rifiutò.

Infuriato Zeus decise allora di trasformarla da splendida fanciulla a vegetale. Doveva assomigliarle: verde, spinoso e rigido all'esterno, ma dentro un cuore tenero e dolce, proprio come l'animo della ragazza, e con un color viola, come quello dei suoi occhi. Nacque così il carciofo, il pungente fiore, il cui nome odierno deriva invece dalla parola araba Harsciof o Al-Kharsuf che significa spina di terra e pianta che punge.

Insostituibile alleato in cucina il carciofo è una pianta molto diffusa in Italia, tanto che il nostro paese, attualmente, ne è il maggior produttore a livello mondiale. Sul mercato ne esistono davvero molte qualità: tondeggianti o allungati, con spine o senza, in diverse tonalità....La ricetta che vi propone oggi il nostro Chef ha come protagonista il Carciofo Spinoso abbinato in maniera egregia al petto d'anatra ruspante.

L'Anatra Ruspante

Palmipede parente stretta del germano reale, l'anatra è sicuramente una delle principali protagoniste delle corti Padovane. Selvatiche o domestiche, ne esistono di diverse varietà quali la friulana e la polesana ma quella domestica per eccellenza è l'Anatra Muta il cui maschio, detto "masaro", è particolarmente apprezzato. Da sempre presente nelle molte fattorie della nostra provincia, allevata in libertà e lasciata razzolare liberamente, l'anatra è citata addirittura nel libro del medico padovano Michele Savonarola intitolato "Libretto de tutte le cosse che se manzano", datato 1508.

Le sue carni sode e compatte sono utilizzate in diverse preparazioni in grado di soddisfare sia le tavole rustiche che quelle più raffinate. Nella ricetta di oggi la troviamo insaporaita, oltre che dai carciofi, da una salsa all'arancia.

Ecco tutti gli ingredienti e il procedimento.

Petto di Anatra Ruspante con Carciofi Spinosi e salsa all'arancia

Ingredienti:

2 petti d'anatra
4 carciofi spinosi
6 arance
1 limone
Sale q.b.
Olio EVO dei Colli Euganei q.b.
Miele q.b.

Procedimento:

Pulire i carciofi spinosi, tagliarli a lamelle e sbollentarli in acqua acidulata con il succo di un limone. Calcolare dai 2 ai 3 minuti da quando riprende il bollore. Togliere dal fuoco e asciugare.

Mettere sul fuoco una padella antiaderente e quando è ben calda adagiarvi i petti d'anatra con la parte del grasso rivolta verso il fondo. Far rosolare per circa 3 minuti a fuoco medio. Aggiustare di sale, girare sotto sopra i petti e lasciar rosolare per altri 3-4 minuti, a seconda dello spessore della carne. Terminata la cottura spegnere il fuoco e lasciar riposare in padella, coperta con un coperchio, per circa 5 minuti.

Preparare la salsa spremendo il succo di 5 o 6 arance e riducendolo, su un pentolino, a fuoco lento. Regolare di sale e aggiungere, a piacere, un poco di miele (mezzo cucchiaino circa).

Scaloppare i petti d'anatra. Adagiare sul piatto di portata prima i carciofi e poi la carne. Versarvi sopra la salsa all'arancia, a piacere, e aggiungere un filo d'olio extra vergine dei Colli Euganei.

 Decorare con qualche fettina di arancia ed il piatto è pronto!